ATD 2019: Tutti gli highlight della conferenza

• 5 min read
ATD 2019: Tutti gli highlight della conferenza - Formazione e Sviluppo

Scopri i 20 takeaway più importanti da ATD 2019!

Si è da poco concluso ATD 2019, il più importante evento al mondo dedicato allo sviluppo dei talenti e ai professionisti della formazione. I quattro giorni di conferenze a Washington D.C. sono stati una grande fonte d’ispirazione per tutti i partecipanti, con speaker d’eccezione (una su tutti: Oprah!) e preziosi insight sul futuro della formazione online.

In questo articolo abbiamo raccolto i 20 highlight dell’evento:

Keynote – Gli LMS sono destinati a scomparire? I risultati principali delle ultime ricerche

Thomas Stone – Institute for Corporate Productivity – ha condiviso le ricerche di ATD e i4cp e uno studio sul futuro degli LMS. Ecco i 3 principali takeaway della sessione:

1. Gli LMS non sono destinati a scomparire e di fatto stanno acquisendo sempre più importanza all’interno delle organizzazioni. Tuttavia, la user experience deve essere moderna e affine alla tecnologia consumer perché “… le persone non vogliono essere i Jetsons a casa, ma i Flinstones al lavoro.”

2. Il 79% delle organizzazioni ad elevate performance hanno incrementato l’uso di un LMS negli ultimi 2 anni. Quasi la metà di tutte le organizzazioni prevede di utilizzare un LMS nel prossimo anno.

3. Solo il 25% delle organizzazioni ad elevate performance (e il 10% delle organizzazioni a basse performance) è preparato ad affrontare il gap di capacità legato all’automazione avanzata del lavoro.

 

Keynote – Le metriche fondamentali

I learning leader di PPD, Explorance e Verizon, assieme a Patti Phillips (ROI Institute), hanno spiegato come misurare e dimostrare il valore di Formazione e Sviluppo. Ecco i 3 principali takeaway di questa interessante tavola rotonda:

4. Per le organizzazioni, ciò che conta di più è l’impatto della formazione sul business. Il 96% delle organizzazioni vuole vedere un impatto, ma solo l’8% delle organizzazioni ritiene di essere in grado di farlo.

5. Secondo CLO Magazine, il 71% delle organizzazioni ha intenzione di determinare l’impatto della formazione sul business, mentre secondo un altro studio ciò che è più importante per le organizzazioni è l’impatto sul business, quindi il ROI e infine i riconoscimenti del settore.

6. Trovare delle metriche scalabili è fondamentale. Non è necessario individuare una metrica olistica che racchiuda tutti i sistemi LMS, bensì adottare un approccio micro ai singoli programmi e scalare di conseguenza.

 

Keynote – La neuroscienza della formazione e della memoria

Carmen Simon, neuroscienziata cognitiva, ha condiviso alcune importanti riflessioni sulla scienza dell’attenzione e della memoria, su come catturare e mantenere l’attenzione del pubblico, aiutandolo a costruire ricordi duraturi.

7. Le persone dimenticano il 90% di ciò che apprendono. l tuo pubblico ricorda solo il 10%. È possibile controllare quel 10% e influenzare le decisioni?

8. Tutti noi abbiamo modelli mentali che ci aiutano nel corso della giornata. Ad esempio, quando ci rechiamo in un negozio di generi alimentari e un prodotto che acquistiamo abitualmente viene spostato in un nuovo scaffale, ci sentiamo spiazzati. Rompere un modello all’interno di un corso di formazione può aiutare a richiamare l’attenzione. Se il cervello non è in grado di prevedere cosa accadrà dopo, aumenterà l’impegno e la conservazione della memoria.

 

Keynote – Il futuro delle misurazioni: Massimizzare il valore dello sviluppo del talento

In questa tavola rotonda, i leader di Formazione e Sviluppo di Plains All American, Gilead Sciences, Inc., Comcast e Choice Hotels hanno spiegato come dimostrare il valore di Formazione e Sviluppo. Ecco uno dei metodi più efficaci:

9. Usare una mappa di impatto per presentare il ROI della formazione – una mappa della strategia di L&D e dei risultati di business. Ad esempio, questo tipo di training porta a questo risultato.

 

Keynote – Creare un business case per la formazione

Patti Phillips, PH.d, CPLP del ROI Institute, ha spiegato come creare in 8 step un business case per investire nelle persone.

10. Progetta i tuoi programmi formativi con un approccio di reverse-engineering e segui questi 8 step.

  1. Inizia dal perché – Allinea i tuoi programmi con il tuo business
  2. Rendi attuabili i tuoi programmi di formazione – Collega ogni programma ad altri dipartimenti e a specifici obiettivi/esigenze aziendali all’interno di una piattaforma eLearning
  3. Aspettati il successo – Cerca di sfruttare il tuo approccio attuale per affrontare al meglio le tue esigenze
  4. Rendi importante la tua formazione
  5. Rendila coinvolgenti
  6. Rendila credibili
  7. Spiega i processi utilizzati
  8. Ottimizza i risultati

 

Keynote – Oprah Winfrey

Il keynote di Oprah Winfrey – leader globale dei media, filantropa, produttrice e attrice – ha dispensato perle di saggezza, ispirando tutti i partecipanti.

11. Ogni decisione basata sul tuo ego ti si ritorcerà contro.

12. Fidati del tuo istinto. Le persone cercano una conferma della loro importanza. Come sviluppatore di talenti, fai in modo che i tuoi dipendenti si sentano pienamente valorizzati all’interno dell’organizzazione.

 

Keynote – I trend attuali nel settore della formazione digitale

Nick Floro di Sealworks Interactive ha analizzato gli strumenti, il design e le tecnologie su cui dovremmo concentrarci maggiormente in ambito formativo.

13. Fai ciò che è più giusto per il tuo pubblico, non scegliere una tecnologia solo perché è nuova.

 

Keynote – Seth Godin

Seth Godin è un imprenditore, autore di bestseller e speaker. Il suo intervento si è concentrato su come introdurre una nuova prospettiva nel mondo del lavoro e dello sviluppo dei talenti.

14. Il vecchio modello industriale è stato costruito sulla conformità – ad esempio, bisogna seguire queste regole per essere più produttivi. Ma l’idea che i dipendenti siano gli ingranaggi standard di un sistema è ormai un concetto superato.

15. Il nostro mondo si basa sulla connessione, e non sulla conformità. La New Economy è tutto ciò che conta: coordinazione, fiducia, consenso, interscambio di idee, il tutto costruito su una base di generosità e arte (creare le cose).

16. Le migliori competenze che oggi ricerchiamo in un dipendente possono essere apprese. Sono soft skills e competenze reali, che possono essere insegnate.

 

Keynote – Le donne nel settore delle tecnologie formative: Approcci moderni per incrementare il coinvolgimento degli utenti

Tavola rotonda sull’utilizzo delle tecnologie formative con Carlye Greene di Capital One, Alyson DeMaso di Estée Lauder Companies e Amy Borsetti di LinkedIn Learning Solutions.

17. Come stimolare gli utenti a concentrarsi maggiormente sulla propria formazione? La formazione marketing all’interno dell’azienda permette agli utenti di focalizzarsi su ciò di cui dispongono.

18. Lo stack tecnologico per la formazione è in continua crescita, ma è necessario innanzitutto sviluppare una cultura di formazione continua. La tecnologia è il carburante, le persone sono il motore.

 

Keynote – Il presente e il futuro della formazione e delle tecnologie nel 2019

David Kelly di The eLearning Guild ha illustrato le tecnologie attualmente disponibili e il futuro della formazione.

19. Per comprendere come la tecnologia rivoluzionerà il modo di apprendere delle persone, occorre innanzitutto riflettere su come la tecnologia, oggi, sta cambiando il nostro modo di vivere.

20. Tendiamo ad adottare un approccio sbagliato nei confronti delle nuove tecnologie. Piuttosto che chiederci “Come posso sfruttare questa nuova tecnologia nel mio lavoro quotidiano?”, dovremmo porci una domanda diversa, ovvero “In che modo questa nuova tecnologia mi permetterà di realizzare ciò che non avrei mai potuto fare prima d’ora?”

 

Vuoi saperne di più sul futuro delle tecnologie formative e sull’impatto che avranno sulla tua strategia di training aziendale?