ELearning a misura di smartphone

• 4 min read
Dieci regole d’oro per ottimizzare i tuoi contenuti eLearning per il mobile

Dieci regole d’oro per ottimizzare i tuoi contenuti eLearning per il mobile

Il fenomeno di esplosione nell’utilizzo di smartphone e tablet per le attività di tutti i giorni è un dato di fatto innegabile e sotto gli occhi di tutti. Non parliamo esclusivamente dell’adozione personale per finalità di natura “social” o di intrattenimento o di online shopping, cosa che riteniamo talmente scontata da considerare quasi come disconnesso dal mondo chiunque non abbia un account facebook o non sia raggiungibile tramite whatsapp.

Il fenomeno ancora in crescita, e che sicuramente non ha ancora espresso tutte le proprie potenzialità, riguarda invece l’utilizzo dei nuovi smart devices in ambito professionale, un uso di certo più avanzato rispetto alla semplice gestione delle email: un ambito ancora in parte da esplorare, molto spesso a causa della lentezza con cui la maggior parte degli strumenti software di fascia business può essere rivista in chiave “mobile”. E non c’è da stupirsi, poiché parliamo di software che sono il prodotto di decine di anni di affinamento e che non possono essere resi “mobile friendly” con uno schiocco di dita!

Il fattore tecnico

Elementi di complessità come la forma (schermi minuscoli se confrontati ai monitor desktop), differenti modalità di interazione (touch screen contro mouse e tastiera), oltre che sistemi operativi diversi (iOS e Android contro Windows e MacOS) rendono sempre molto ostico questo passaggio, che oltretutto va compiuto considerando anche il necessario re-training del personale e la naturale resistenza al cambiamento.

Formazione mobile: cambiano le regole

Ma c’è anche qualcosa che va ben oltre i problemi di natura tecnica, ed è l’aspetto contenutistico: il rapporto che abbiamo col nostro smartphone è fatto di moltissime interazioni quotidiane, ma di brevissima durata. Al fine di rendere un qualsiasi prodotto “ready for mobile” è necessario pensare a flussi di utilizzo di breve durata e che possono essere conclusi con pochi “tap” (eh sì, con il mouse si “clicca”, ma su di un touch screen si “tappa”).

Lo sanno bene i giganti dell’intrattenimento digitale che stanno introducendo sui nostri smartphone giochi suddivisi in livelli che possono essere conclusi in pochissimi minuti; allo stesso modo i blockbuster hollywoodiani stanno perdendo terreno nei confronti di piattaforme di streaming come Netflix (che offrono serie fatte di brevi episodi che possono essere consumati nel classico commute-time) ben organizzate in app facilmente navigabili.

Come ottimizzare i contenuti per i dispositivi mobili?

Quasi tutti i tipi di contenuti eLearning che sviluppi possono essere visualizzati su dispositivi mobili. Per creare un’esperienza utente forte è necessario assicurarsi che il contenuto sia pronto per questa possibilità. Ecco quindi un utilissimo decalogo che ti permetterà di offrire ai tuoi utenti un’eccellente esperienza anche sui loro smartphone:

1. Compatibilità – Tutti i video contenuti nelle tue pagine web, negli SCORM e nei TinCan dovrebbero essere compatibili con gli smartphones. Il fatto che vengano riprodotti correttamente dal browser del tuo computer NON garantisce che funzionino correttamente sugli smart devices.

2. Facilità d’uso – Invece di costringere le persone a fare clic su più pagine, cosa che può risultare difficile sui dispositivi mobili, rendi il contenuti scrollabile.

3. Impatto – Le tue immagini devono essere di alta qualità e ritagliate accuratamente per massimizzare i dettagli, anche quando si restringono per adattarsi allo schermo più piccolo.

4. Esperienza Utente – Qualsiasi pulsante sullo schermo dovrebbe essere facile da usare per gli utenti mobili. Paradossalmente succede spesso che utenti con dita grosse maneggino dispositivi minuscoli! E cerca di ridurre il numero di clic: concentrati su un’azione alla volta, rimuovendo schermate o clic non necessari.

5. Attenzione al device – Scegli accuratamente le interazioni; non tutte le azioni che fai naturalmente su PC sono altrettanto semplici su smartphone, per esempio le operazioni di Drag’n’Drop possono facilmente diventare un incubo su un piccolo schermo.

6. Responsività – Utilizza un modello (template) responsive per tutto, incluse le email. Questo ti garantirà la migliore visualizzazione possibile sia su computer desktop che su dispositivi mobili.

7. Brevità del contenuto – Non usare paragrafi lunghi. Ricorda che le persone che utilizzano dispositivi mobili sono spesso in movimento, per cui potrebbero essere disorientati dai paragrafi lunghi. Un’altra ottima idea consiste nell’intervallare spesso testo ed immagini.

8. Engagement – Contenuti “Bite-size” sono la soluzione migliore: analizza per quanto tempo gli utenti rimarranno con molta probabilità al telefono. Dati basati sull’analisi di milioni di sessioni di studio mostrano che la durata media della sessione sui cellulari è di 10 minuti. Le cosiddette “pillole formative” sono il top! E paradossalmente un utente è più invogliato a completare un corso suddiviso in 20 pillole di 2 minuti ciascuna piuttosto che una lezione monolitica di 30 minuti. Un ottimo approccio consiste nel presentare un concetto in una pillola.

9. Indicizzazione dei contenuti – Semplifica la ricerca veloce: il fast-scroll è inevitabile, quindi assicurati che i punti chiave del tuo documento abbiano il necessario risalto. Usa intestazioni chiare, punti numerati e icone per attirare l’attenzione.

10. Sintesi – E per finire un ultimo consiglio che dovresti tenere bene a mente preparando qualsiasi tipo di contenuto per il mobile learning  (non solo orientato agli utenti in mobilità): “Less is more”, mantieni i contenuti puliti, facile da leggere e navigare… e adatti ai tuoi pollici!

In conclusione

Ottimizzare un corso eLearning per l’utilizzo in mobilità non è per nulla complicato, in realtà si tratta semplicemente di applicare poche semplici strategie. Scoprirai poi che una volta progettato un tuo corso per l’uso mobile, anche i tuoi utenti desktop troveranno l’esperienza più gradevole. L’unica cosa che devi ricordare sempre è di creare contenuti semplici e a prova di frustrazione!

Hai già provato l’esperienza della formazione su smartphone con Docebo? Attiva subito una trial della piattaforma eLearning Docebo e scopri la nostra app mobile!