Docebo Discovery Lab: Ottimizzare la formazione con il Quantum Computing

• 5 min read
Delve into the world of Quantum Computing with Docebo.

Scopri come Docebo sfrutta il Quantum Computing per ottimizzare la formazione.

L’obiettivo principale di una piattaforma eLearning è di massimizzare il ritorno sulla formazione. Ciò significa non solo massimizzare le conoscenze che gli utenti apprendono dai corsi e dai contenuti, ma anche garantire che questo processo avvenga nel modo più efficiente possibile.

Per farlo, è necessario ottimizzare i piani formativi, il che solleva una domanda fondamentale: come identificare la migliore combinazione di corsi per colmare un gap di competenze, o per sviluppare nuove competenze nel minor tempo possibile?

In apparenza, sembra un problema semplice…. Tuttavia, quando si ha a che fare con un gran numero di possibili combinazioni, trovare una risposta corretta e ottimale diventa alquanto complicato. L’approccio più efficiente consiste nell’approfondire il mondo del Quantum Computing (o informatica quantistica). Prima di tutto, però, cerchiamo di capire perché le capacità di analisi dei computer tradizionali non sono sufficienti per il nostro scopo.

Il limite dell’informatica tradizionale

Supponiamo di avere una serie di oggetti didattici (corsi di formazione) e di trovare una loro combinazione perfetta per raggiungere un determinato obiettivo (il piano di formazione ideale e ottimizzato per colmare un gap di competenze).

Si tratta di un problema combinatorio, in quanto l’unico modo per trovare una soluzione ottimale garantita è cercare di valutare tutte le combinazioni possibili. Ciò, tuttavia, potrebbe richiedere molto tempo.

Con un computer tradizionale, si può scegliere una combinazione in modo casuale, controllare il suo funzionamento, quindi scegliere un altro set in modo casuale e verificare se la soluzione è stata migliorata rispetto alla versione precedente.

Esistono degli algoritmi in grado di guidare questa ricerca in modo più efficiente che casuale, ma resta il problema fondamentale: per migliorare la soluzione occorrono centinaia di ripetizioni, e anche in quel caso non si può essere sicuri che si tratti del risultato ottimale, a meno che non si siano finalmente esaurite tutte le combinazioni possibili. Di nuovo, tutto ciò potrebbe richiedere una quantità di tempo irrealizzabile.

Risolvere problemi irrisolvibili in 0,2 secondi con il Quantum Computing

I computer tradizionali rappresentano le informazioni come una specifica combinazione di 0 e di 1. Ogni calcolo effettuato dal computer, dalle semplici operazioni di base ad algoritmi più complessi, utilizza una specifica combinazione di 0 e 1.

Ora, immaginiamo che questi due numeri siano monete, e che possono essere solo teste o croci.

Cosa succede se queste monete girano?

Sono in uno stato che è la combinazione dei due risultati. Questo è ciò che si può fare usando il calcolo quantistico – si possono testare tutte le possibili combinazioni di una soluzione in una sola volta. Così, invece di testare le combinazioni una per una, possono essere testate tutte allo stesso tempo.

Docebo ha sperimentato il calcolo quantistico grazie a una piattaforma quantistica sviluppata da D-Wave, la prima azienda di calcolo quantistico al mondo.

D-Wave Quantum Computing Processor
D-Wave Dilution Refrigerator & Quantum Processor
D-Wave Quantum Processing Unit
D-Wave Quantum Processing Unit
La piattaforma si chiama D-Wave Leap e ogni mese viene messo a disposizione del team IA di Docebo un minuto di tempo di calcolo quantistico.

Potrebbe non sembrare molto, ma ogni esperimento richiede solo 14 millisecondi e 200 millisecondi (0,014 secondi e 0,2 secondi). Solo i calcoli molto complessi richiedono 200 millisecondi, il che significa che un minuto di tempo di calcolo quantico finisce per equivalere a più di 300 calcoli al mese.

Calogero Zarbo, Machine Learning Specialist di Docebo, sta imparando i pro e i contro della piattaforma quantistica, studiando come utilizzare al meglio la sua potenza per rispondere alle domande relative ai casi d’uso specifici di Docebo. L’applicazione chiave del quantum computing è scoprire rapidamente i risultati ottimali, con l’obiettivo di fornire un’esperienza senza soluzione di continuità per la realizzazione di piani formativi ottimizzati.

Una formazione ottimizzata

Supponiamo che tu abbia un dipendente con ottime capacità di scrittura, ma che deve migliorare le sue capacità di intervista. Attraverso l’applicazione dell’informatica quantistica, è possibile ottimizzare il percorso di apprendimento di quel dipendente.

Quando un amministratore individua un gap di competenze, l’Intelligenza Artificiale della piattaforma eLearning Docebo crea automaticamente un piano di formazione che – ad esempio – include 10 corsi dedicati al miglioramento delle capacità di intervista. Successivamente, le capacità di calcolo quantistico della piattaforma ottimizzano quel piano di formazione. Il processo di ottimizzazione potrebbe dire che, per acquisire le necessarie capacità di intervista nel tempo più efficiente possibile, sono sufficienti solo 4 corsi (in un ordine specifico).

Il viaggio per trasformare questa capacità in realtà è solo all’inizio, ma segna un ulteriore passo verso la nostra missione di responsabilizzare gli utenti attraverso esperienze di formazione realmente ottimizzate.

Le possibili applicazioni future

Una delle aree in cui una simile soluzione potrebbe avere il maggiore impatto è senza dubbio la formazione Extended Enterprise, ovvero la formazione di partner, clienti, membri.

Nei casi d’uso Extended Enterprise, gli amministratori si trovano a gestire centinaia di corsi nella piattaforma e persone diverse, con specifiche competenze. È anche importante notare che ad alcuni partner non piace frequentare corsi formali o seguire piani di formazione formale.

Grazie al quantum computing, sarà possibile iscrivere gli utenti a corsi specifici e più mirati, evitando che perdano tempo con una formazione non allineata alle loro esigenze (ad esempio, 3 corsi nell’arco di 10 ore, piuttosto che 40 ore di formazione).

Inoltre, la creazione automatica dei piani di formazione si traduce in un notevole risparmio di tempo per gli amministratori, che non devono più sfogliare e selezionare i corsi all’interno di enormi cataloghi, cercando di progettare un programma ottimale.

“L’aspetto più entusiasmante è che grazie al quantum computing posso finalmente risolvere problemi che sono sempre stati considerati irrisolvibili”, spiega Calogero.

“In precedenza, non si poteva avere una risposta precisa, a meno di non provare tutte le combinazioni possibili, il che non è possibile nella maggior parte dei casi d’uso aziendali. Ma ora è possibile”.

“I’m hacking the multiverse.”

 

L’innovazione è il vero cuore pulsante di Docebo. La serie Docebo Discovery Lab esplora le nuove tecnologie (e soprattutto le persone!) che ci guideranno verso la prossima generazione di formazione aziendale.Scopri come rivoluzionare la tua formazione aziendale con la piattaforma eLearning basata su Intelligenza Artificiale.