Come ridurre il turnover dei dipendenti con la formazione

• 6 min read

L'impatto sul business della formazione? Un turnover ridotto!

Cosa succede in un’azienda quando un approccio sbagliato diventa la norma?

È presto detto: questa nuova norma si estenderà in altre aree e in tutti gli altri processi. Gli aspetti più importanti saranno trascurati e le cattive abitudini si diffonderanno, generando una crisi aziendale (che si sarebbe potuta evitare…).

Il turnover elevato è uno di questi problemi: se non viene controllato e affrontato per tempo, diventerà sempre più critico. Il morale dell’azienda rischia di crollare, i dipendenti che restano in organico dovranno improvvisamente assumersi maggiori responsabilità… e questo prima ancora di valutare le conseguenze economiche e i costi in termini di tempo per l’organizzazione!

In sostanza, l’abbandono dei dipendenti può trasformarsi rapidamente in una crisi incontrollabile, soprattutto se non si dispone di una strategia chiara per arginare il problema e trattenere i migliori talenti.

Tuttavia, esiste una soluzione al problema.

È possibile ridurre (o eliminare del tutto) il turnover comprendendo cosa è andato storto durante l’esperienza dei dipendenti e affrontando il problema alla radice. Questa guida spiega come e perché la formazione è uno strumento essenziale per affrontare con successo il turnover della tua forza lavoro.

Il reale impatto del turnover

La gestione della crisi inizia delineando l’entità del problema. Per comprendere come l’impatto di un alto turnover possa rapidamente andare fuori controllo, occorre innanzitutto valutare il costo medio di sostituzione dei dipendenti.

Quando un’azienda rimpiazza un dipendente, il costo della sostituzione può ammontare a 9 mesi di stipendio. Dunque, la sua sostituzione di un dipendente che guadagna 60.000 dollari potrebbe costare fino a 45.000 dollari in termini di recruiting e onboarding.

Non sorprende che questi costi siano ancora più elevati per le posizioni di alto livello, con stime che prevedono un costo fino al 213% dello stipendio annuale per le posizioni dirigenziali con un alto livello di istruzione. Ciò significa che il costo per sostituire un dirigente che guadagna 100.000 dollari all’anno potrebbe arrivare fino a 213.000 dollari.

La sostituzione dei dipendenti è solo il primo problema

Dopo la sostituzione di un dipendente, occorrono di norma otto mesi prima che un nuovo assunto sia in grado di raggiungere la piena produttività. In realtà, potrebbe trascorrere quasi un anno prima che la tua organizzazione torni alla piena operatività.

Il desiderio di migliorare le tempistiche operative dei nuovi dipendenti è un obiettivo comune, ma diventa molto più difficile quando i top performer lasciano l’azienda e portano con sé le loro best practice.

Il turnover blocca ogni ambizione di crescita. Dal momento che questi problemi non sono confinati a pochi dipendenti ma, anzi, rischiano di espandersi come un virus, influenzando l’intera forza lavoro, i costi e l’impatto negativo sull’azienda iniziano rapidamente ad aumentare.

Perché i tuoi dipendenti lasciano l’azienda?

In un recente webinar con Brandon Hall Group, abbiamo chiesto ai partecipanti quale fosse, secondo loro, la causa principale del turnover. Ecco i risultati del sondaggio:

Mancanza di opportunità di sviluppo – 46%
Il loro manager – 41%
Equilibrio lavoro/vita – 6%
Retribuzione / benefit – 4%
Altro – 3%

Una ricerca condotta da The Work Institute ha inoltre rilevato che lo sviluppo della carriera, l’equilibrio tra lavoro e vita privata e i cattivi manager sono le ragioni principali che spingono i dipendenti alla ricerca di un nuovo lavoro. Di contro, la retribuzione viene citata solo nel 9% dei casi.

Si nota una chiara connessione tra il modo in cui le persone valutano/percepiscono il proprio lavoro, le prospettive di carriera nel proprio ruolo e la loro volontà di restare in azienda. È anche chiaro che la retribuzione e i benefit influiscono in modo assai limitato sulla volontà di restare o di cercare un nuovo posto di lavoro.

Secondo Brandon Hall Group, il 64% delle organizzazioni afferma che il proprio modello di sviluppo professionale – progettato per aiutare le persone a crescere all’interno dell’organizzazione – abbia un impatto positivo sulla retention dei talenti.

Formazione: uno strumento essenziale!

La formazione è uno strumento indispensabile per raggiungere obiettivi specifici, come ad esempio ottimizzare la retention dei talenti.

Come progettare una strategia volta a ridurre il turnover? Un buon punto di partenza è quello di guardare alle organizzazioni con alti tassi di retention. Si tratta di organizzazioni in cui la retention dei dipendenti aumenta di anno in anno.

Il 60% delle aziende con tassi di retention in aumento si concentra fortemente sull’allineamento tra gli obiettivi di formazione e quelli di business.

Il 30% delle aziende che hanno registrato un aumento del tasso di retention si concentra principalmente sulla formazione e sullo sviluppo.

La caratteristica di queste organizzazioni è che presentano un maggiore allineamento tra gli obiettivi formativi e quelli aziendali, nonché una maggiore attenzione alle attività di formazione e sviluppo.

Questo evidenzia ulteriormente la chiara connessione tra formazione e sviluppo, il modo in cui le aziende valorizzano il training e l’incremento annuale del tasso di retention.

Crea la tua strategia di formazione aziendale

Come sfruttare la formazione per ridurre il turnover?

Elementi essenziali di una solida strategia di formazione:

  • Gli obiettivi formativi sono collegati direttamente agli obiettivi di business.
  • L’organizzazione si avvale di una soluzione formativa per creare diverse tipologie di learning experience, con un focus su coinvolgimento e personalizzazione. Gli strumenti tecnologici dell’equazione sono parte integrante dell’acquisizione di insight, per dimostrare ai dirigenti l’impatto della formazione sull’esperienza dei dipendenti e sulla loro retention.
  • I dati di tutta l’organizzazione – e non solo quelli raccolti dal dipartimento di formazione – vengono utilizzati per misurare l’impatto della formazione sul business.

Migliorare la retention attraverso la formazione

L’esperienza complessiva degli utenti è uno degli aspetti in cui molti programmi di formazione falliscono.

Le tradizionali tecnologie formative sono troppo complesse e obsolete. Ne deriva uno scarso livello di coinvolgimento, una scarsa fiducia nei confronti del training formale e la mancanza di capacità di apprendimento collaborativo.

Metti alla prova i tuoi dipendenti

I top performer desiderano essere messi alla prova continuamente. Un buon autodidatta può prendere l’iniziativa e trovare nuovi modi per sfidare se stesso, ma gli ambienti che spingono le persone a migliorare sono la chiave per ottenere migliori performance.

Per questo, è utile creare canali dedicati all’interno della piattaforma eLearning, consentendo agli utenti di accedere rapidamente ai contenuti organizzati in base a diverse categorie. Questi canali possono essere composti da contenuti generati dagli utenti, PDF, video, registrazioni di schermate, o anche selezionati da fonti esterne. I dipendenti si collegano e trovano facilmente le informazioni di cui hanno bisogno su un particolare prodotto o competenza, e si impegnano con questo materiale per accrescere le proprie conoscenze.

Portare la gamification nella tua learning experience, inoltre, è un buon modo per sfidare i tuoi team ad apprendere, a crescere e ad interagire con la piattaforma. La competizione è un ottimo modo per introdurre elementi ludici nella formazione, generando un continuo interesse da parte degli utenti. Tutto questo va a vantaggio del loro sviluppo.

Incoraggiando i tuoi dipendenti a colmare il gap tra le capacità e le sfide lavorative, sarai in grado di migliorare la retention dei migliori talenti.

Offri ai dipendenti un percorso di carriera chiaro e ben definito

I dipendenti delle migliori aziende hanno il 37% di probabilità in più di restare in organico, se hanno un percorso di carriera chiaro e ben definito all’interno dell’organizzazione. In alternativa, rischiano di sentirsi sottovalutati, senza uno scopo chiaro, un obiettivo preciso o un percorso da seguire.

Definisci un percorso di carriera chiaro, con obiettivi specifici, una tabella di marcia e indicatori chiave di performance. Crea piani di formazione all’interno della tua piattaforma che includano una serie di corsi formativi da seguire in un ordine prestabilito. Sfrutta il feedback dei tuoi utenti per conoscere la loro opinione su ciò che funziona, su ciò che manca e su ciò che potrebbe essere migliorato.

Non trascurare il problema del turnover

Le organizzazioni devono adottare e incoraggiare una cultura in cui la formazione sia direttamente collegata al coinvolgimento e alle performance dei dipendenti. Le aziende che offrono (in modo proattivo) ai propri dipendenti tutti gli strumenti necessari per ampliare le loro competenze e affrontare nuove sfide sul lavoro hanno maggiori probabilità di migliorare il coinvolgimento. E sono anche in grado, in ultima analisi, di scongiurare una crisi legata al turnover.

Come ridurre il turnover dei dipendenti nella tua organizzazione? Chiamaci oggi stesso per richiedere una demo personalizzata della Piattaforma eLearning Docebo. Ti mostreremo come i nostri clienti hanno migliorato la retention grazie a programmi di formazione più efficaci e coinvolgenti.