E’ un MOOC o è solo E-Learning?

• 3 min read

I Massively Open Online Courses (MOOCs) sono senza dubbio uno degli argomenti caldi del settore e-learning. Avendo gestito di recente una discussione online sui MOOCs, penso che sia arrivato il momento di scrivere un articolo riguardo le mie opinioni sul concetto di MOOC e sulle possibilità future di questo strumento.

Per iniziare vorrei ringraziare sinceramente gli esperti che hanno partecipato alla nostra discussione: Aaron Silvers di MakingBetter™, Erica Leblanc di Thomson Reuters, John Leh di Talented Learning, e Michael Orey, professore presso l’Università della Georgia. Grazie per aver dato vita a una discussione davvero informativa su un grande numero di argomenti relativi ai MOOC.

Nonostante siano stati già trattati durante il webinar, credo ci siano alcuni argomenti che causano confusione e disaccordo nella comunità di esperti della formazione. In particolare, c’è molta confusione su cosa costituisce un MOOC e quali sono i tipi di MOOC per le aziende presenti in America, quindi volevo fornire la mia opinione. Molti “esperti” del settore aziendale utilizzano la parola MOOC quasi come un sinonimo della parola e-learning per riferirsi a qualunque corso online.

La definizione funzionale di MOOC è Massively Open (grande numero di iscritti e gratuiti) Online Courses (percorso online) e credo che questa descrizione definisca pienamente cosa sia un MOOC. La mia preoccupazione è che qualcuno associ l’etichetta “MOOC” anche ai corsi e-learning tradizionali; per quanto io possa comprendere il valore aggiunto dal punto di vista del marketing, si tratta di un errore di concetto. La “definizione operativa” di MOOC è molto specifica e onestamente non penso si possa applicare alla maggioranza dei corsi aziendali, poichè è difficile monetizzarli per la natura gratuita dei MOOCs.

Se volete ascoltare cosa ne pensano gli esperti su questo tema, cliccate qui per visualizzare il webinar “MOOCs: dall’Accademia alle Aziende”.

Non molti di voi non saranno d’accordo sulla mia definizione di MOOC, poichè questi sono evoluti rispetto alla definizione originale ed hanno iniziato a svilupparsi seguendo l’influenza del mercato. Per certi versi sono d’accordo con questo punto di vista, tenendo presente che le definizioni sono importanti fintanto che la maggior parte delle persone che usano la definizione concordino sul significato. L’unica eccezione a mio parere è che molti gruppi stanno realizzando dei corsi e-learning tradizionali battenzandoli e promuovendoli come dei MOOC. A questi gruppi dico che tutti i MOOC sono corsi e-learning, ma non tutti i corsi e-learning sono dei MOOC!

Definizioni filosofiche a parte, se allarghiamo un po’ la definizione di MOOC, è possibile individuare alcuni utilizzi interessanti dei MOOC in un contesto aziendale; per esempio è possibile implementare dei corsi MOOC già esistenti in un modello per lo sviluppo professionale o creare un nuovo corso all’interno della tua infrastruttura preesistente.

Attualmente molte aziende offrono dei Massively Online Courses (MOCs) a pagamento e sembra che questo modello funzioni molto bene per i mercati B2B (Business to business) e B2C (Business to Consumer). La differenza principale tra questi e i MOOC tradizionali è che i primi sono usati per capacità specifiche e non hanno un calendario ben definito (e di solito sono a pagamento). Inoltre non hanno il livello di coinvolgimento basato sulla discussione tipico dei MOOC. Anche se non rientrano nella definizione standard di MOOC, questi corsi hanno comunque una dimensione “Massiva”, e si tratta di corsi online, realizzati da leader dei rispettivi settori (pensate a Skillsoft, Lynda.com o Cegos).
Anche se non rientrano nella definizione di MOOC, poichè i corsi sono a pagamento, questi vi si avvicinano molto. La cosa più importante è che questi corsi sono progettati in modo professionale da Instructional Designers, Developers e Subject Matter Experts, mentre diversi corsi MOOC sono semplicemente dei video di un professore che spiega un argomento. Esiste anche Udemy, che si identifica come una piattaforma formativa che permette agli esperti di creare corsi da offrire in modo gratuito o a pagamento agli studenti interessati. E’ lecito chiedersi se questi sono dei MOOC o semplicemente degli esempi di e-learning.

Queste idee di business si stanno rivelando di successo. Nonostante ciò, implementare un MOOC nella tua azienda richiederà impegno, poichè la questione più importante da porsi è: voglio creare un MOOC o semplicemente offrire un corso e-learning di qualità al mio team? Questa è la differenza!

Se volete ricevere consigli e capire meglio come funziona un MOOC, o magari dell’e-learning di qualità, terremo un altro webinar sui MOOC nel primo quadrimestre del 2015. Durante questa sessione parleremo di alcune applicazioni pratiche dei MOOC in un contesto aziendale, forniremo alcuni consigli su come crearne uno e vi suggeriremo alcune tecniche per creare dei corsi e-learning di qualità. Inoltre alla fine del webinar si terrà una sessione di domande e risposte.

 

Per ricevere le notifiche sui prossimi webinar, iscrivetevi alla nostra newsletter!