Report – Strategia e pianificazione delle tecnologie formative

• 3 min read
Tecnologie formative

Scopri perché è fondamentale selezionare e integrare le giuste tecnologie formative

In pochi anni, il settore delle tecnologie formative ha sviluppato una vasta gamma di strumenti ben definiti, come ad esempio learning management systems (LMS), authoring tool, gamification, strumenti collaborativi e soluzioni formative disponibili in qualsiasi momento e in qualunque luogo, attraverso molteplici dispositivi e media.

Data l’attuale complessità del panorama tecnologico, oggi è fondamentale che le organizzazioni siano in grado di implementare le giuste tecnologie formative, per ottimizzare la propria strategia di e-learning e ottenere migliori performance di business.

Tecnologie formative: quanto è solida la tua strategia?

Secondo il 2017 Learning Technology Study di Brandon Hall Group, quasi due terzi delle aziende ha una strategia tecnologica poco definita o nessuna strategia. Dalla ricerca condotta emerge che un numero crescente di organizzazioni, oggi, dichiara di essere insoddisfatto del proprio LMS. Le aziende, infatti, trovano molto più efficaci le nuove tecnologie, come ad esempio piattaforme di contenuti, simulazioni, meccaniche ludiche e MOOC.

Il nuovo report di Brandon Hall Group, Strategia e pianificazione: Le basi per il successo delle tecnologie formative, spiega perché è fondamentale sviluppare una solida strategia di integrazione, volta a misurare l’impatto che tecnologie, tool e strumenti hanno sulla formazione e sul business.

Dalla ricerca emergono 3 insight che spiegano perché – oggi più che mai – è essenziale selezionare e integrare le giuste tecnologie formative:

1. Il settore delle tecnologie formative diventerà sempre più complesso

Fino a poco tempo fa, le organizzazioni prendevano in considerazione solo una particolare categoria di tecnologie formative: gli LMS. Come sottolinea David Wentworth (principal learning analyst di Brandon Hall Group), circa l’85% delle aziende ha implementato un LMS. Tale percentuale, oggi, è inferiore al 75%, a causa dell’ampia gamma di tecnologie attualmente disponibili (alcune delle quali si integrano con gli LMS, mentre altre vanno a sostituirli).

Come mostrato in questa tabella, gli LMS rappresentano con ampio margine la soluzione più utilizzata dalle aziende, ma stiamo assistendo a una crescente adozione di nuovi strumenti e soluzioni formative:

Tecnologie formative
Il settore diventerà ancora più complesso per la maggior parte delle aziende. Di queste, due terzi intende acquisire nuove tecnologie formative nell’arco dei prossimi 12 mesi. Ciò significa che dovranno riuscire quanto più rapidamente a comprendere come trasformare, integrare e sfruttare ulteriori tecnologie nel proprio framework.

2. L’importanza di user experience & integrazioni

La user experience è sempre stata la sfida più impegnativa per il settore delle tecnologie formative. Le aziende intervistate da Brandon Hall Group lamentano regolarmente una scarsa UX (l’anello debole della catena formativa), dichiarando che le piattaforme non sono facili da usare, non sono intuitive e non hanno un’interfaccia moderna. Dopo tutto, un LMS è efficace quanto più è in grado di coinvolgere gli utenti e di garantire un’esperienza formativa senza soluzione di continuità.

Inoltre, l’85% delle aziende intervistate ha dichiarato che le capacità di integrazione sono essenziali o critiche per il proprio business. Come sottolinea Wentworth nel report, “le capacità di integrazione hanno preso il posto della user experience come ostacolo principale per la soddisfazione tecnologica. Ciò consolida i nostri risultati, in base ai quali emerge la necessità di una solida strategia per le tecnologie formative, volta a garantire una perfetta integrazione tra sistemi differenti.”

3. Perché è necessario un solido processo di selezione

Il terzo aspetto fondamentale che emerge dal report è legato all’importanza di un solido processo di selezione. Le tecnologie formative selezionate esclusivamente per risolvere problemi immediati, nel lungo periodo, presentano evidenti carenze. Secondo Brandon Hall Group, più della metà delle aziende ritiene che il proprio processo di selezione sia efficace.

Un quarto delle aziende riporta un processo neutrale, un po’ inefficace o molto inefficace, e ha dichiarato di non avere un team strutturato per la selezione delle tecnologie formative. Dunque, per trovare una soluzione formativa adatta a soddisfare le proprie esigenze di business, è estremamente importante includere nei team di selezione anche i membri dei dipartimenti HR, IT o Formazione e Sviluppo.

Scopri perché è fondamentale selezionare e integrare le giuste tecnologie formative. Scarica ora il report gratuito.