Formazione aziendale: AICC e xAPI, perché servono ancora entrambi?

• 3 min read

Aziende e organizzazioni che fanno formazione elearning hanno bisogno che i contenuti formativi rispettino alcuni standard, relativi ad esempio alle modalità con le quali il contenuto stesso viene tracciato e “confezionato” (i cosiddetti package). AICC e xAPI (ovvero Experience API, prima noto come Tin Can) sono fra gli standard elearning più importanti. Mentre AICC è ormai una presenza “storica”, xAPI è di gran lunga più recente. Può sembrare paradossale, ma aziende e organizzazioni che fanno formazione online oggi hanno ancora bisogno di entrambi i formati: scopriamo insieme perché!

Package & track elearning: why companies need both AICC & xAPI

AICC è uno standard ben noto nel settore dell’elearning: nato nel 1989, è stato ampiamente adottato in passato. Ma parlare di “1989” può sembrare un azzardo, specie nel mondo IT dove la tecnologia progredisce a passo spedito. Perché, dunque, ancora oggi si parla di AICC, e perché questo standard è tutt’ora utilizzato da chi opera nell’elearning?

AICC: le ragioni di un lungo successo

Ci sono almeno due ragioni principali alla base del lungo successo di AICC. La prima è relativa al suo sistema di tracciamento: questo permette infatti alle aziende e ai responsabili della formazione di avere il contenuto formativo in un luogo che non sia necessariamente la piattaforma elearning utilizzata per lanciarlo.

Questa prima ragione ci porta direttamente alla seconda: avendo la possibilità di tenere il contenuto formativo sul proprio server, molti grandi provider di corsi hanno cataloghi incredibilmente vasti di corsi che usano lo standard AICC. Cataloghi che richiederebbero un lavoro enorme per essere aggiornati ad un nuovo standard, motivo per cui tali vendor sono cauti nell’adottare nuove tecnologie.

Proprio per rispondere alle esigenze di queste ampia fetta di mercato abbiamo recentemente incluso il supporto AICC nella piattaforma elearning Docebo (ne abbiamo parlato in precedenza in questo articolo). Tutte le aziende e organizzazioni che stanno usando corsi in formato AICC possono dunque farlo con il learning management system Docebo senza alcun problema!

Da Tin Can a xAPI, la funzione di un LRS

Quel che era precedentemente noto come “Tin Can” oggi ha assunto il nome di xAPI (Experience API). Si tratta del nuovo standard in ambito elearning che sta raccogliendo sempre più consensi, e che per questo si prepara a crescere sempre di più. Anche qui, possiamo individuare un paio di ragioni che spiegano questo trend:

  • Come AICC, anche xAPI è in grado eseguire il tracciamento tramite un LRS che non si trova nel medesimo luogo in cui risiede il contenuto
  • Al contrario di SCORM e AICC, usando xAPI le aziende sono in grado di tracciare qualsiasi tipo di informazione, senza i vecchi limiti relativi a specifici set di possibilità

Un paio di feature davvero niente male, così bello da non sembrare vero! So già, però, che molti staranno pensando: “tutto bellissimo, ma: LRS. Ovvero?”.

Innanzitutto, sì: è tutto vero. Addirittura, l’ente responsabile del nuovo (e work in progress) standard che avrebbe dovuto fare da successore ad AICC ha sospeso i lavori per supportare lo sviluppo di xAPI. Quale migliore garanzia?

Per quanto riguarda invece LRS, vediamo di capirne di più. Si tratta di un nuovo concetto introdotto da xAPI, ed è una singla che sta per Learning Record Store. In parole semplici, un LRS è il luogo in cui tutte le informazioni di tracciamento sono fisicamente conservate (ad esempio i corsi che i tuoi utenti stanno frequentando) e funziona da enorme collettore di dati, che potranno in seguito essere estratti ed elaborati.

Questa nuova possibilita apre due scenari distinti nel mondo elearning: la nascita di una serie di vendor “LRS puri”, e vendor LMS che hanno deciso di costruire un LRS interno (e integrato), come abbiamo fatto in Docebo (una delle prime piattaforme elearning a supportare il nuovo standard).

xAPI e i nuovi scenari di analytics

Nel breve termine, il principale vantaggio di xAPI è relativo alla possibilità di avere, in un unico luogo, tutto ciò che ti serve: puoi dunque archiviare a piacere dati relativi all’attività formativa, alele sessioni di formazione classroom, così come informazioni sulle interazioni degli utenti con il software che stanno utilizzando.

E’ ancora presto per prevedere l’evoluzione di mercato e tecnologia dei prossimi anni, ma è oggettivo il vantaggio di poter avere tutti i dati in un unico luogo, e potervi accedere all’occorrenza: un passo avanti enorme per analizzare e utilizzare al meglio i dati del tuo progetto formativo!