Formazione e Sviluppo: Come progettare una strategia vincente per il 2020

• 9 min read

Formazione e Sviluppo: Come progettare una strategia vincente per il 2020Con una posta in gioco altissima, incentrata sul successo delle nostre strategie di Formazione e Sviluppo, è arrivato il momento di approfondire due temi fondamentali: l’importanza di un efficace programma di formazione e, cosa ancora più importante, cercare di comprendere perché i nostri programmi di formazione non si sono dimostrati efficaci in passato.
Riflettendo sulla Formazione e sulle strategie meno efficaci, possiamo riscrivere il nostro approccio alla gestione dei talenti. Questo articolo spiega quali sono gli aspetti più importanti di una strategia formativa vincente e come soddisfare le esigenze degli utenti.


Cosa significa Formazione e Sviluppo?

Gli esperti delle Risorse Umane di HR Technologist definiscono la Formazione e lo Sviluppo come il processo che consente ai dipendenti con specifiche competenze di migliorare le performance aziendali.

Oggi, sempre più aziende investono in Formazione e Sviluppo. Il motivo è semplice: la formazione è un vantaggio competitivo e, come detto in precedenza, è la base per “migliorare le performance aziendali”.

Secondo il “2018 Training Industry Report” di Training Mag, negli Stati Uniti le organizzazioni hanno speso 87,6 miliardi di dollari in formazione, e si prevede che tale cifra sia destinata a crescere ulteriormente. Il mercato globale della formazione aziendale dovrebbe registrare un CAGR di circa l’11% nel periodo 2018-2022. Tutte queste statistiche dipingono un quadro uniforme: in questo momento tutti gli occhi sono puntati sui dipartimenti di Formazione e Sviluppo, e la tua strategia per il futuro sarà di fondamentale importanza.

Indubbiamente il management riconosce l’importanza dello sviluppo dei dipendenti; quasi il 50% degli executive ritiene che la propria forza lavoro non riceva la formazione necessaria per il successo della propria azienda. Temono perdite di fatturato e di business nei confronti dei competitor, con un conseguente indebolimento della soddisfazione dei clienti e un ritardo nello sviluppo dei prodotti. Per non parlare delle conseguenze finanziarie legate alle nuove assunzioni piuttosto che alla formazione dei dipendenti. Queste verità sono alquanto allarmanti, ma abbiamo a disposizione gli strumenti per ottimizzare la situazione.

Articoli correlati: In sintesi: I nuovi Trend eLearning per il 2020


Perché la Formazione e lo Sviluppo sono importanti?

I professionisti della formazione (che spesso lavorano al fianco delle Risorse Umane) hanno un’ampia rete di contatti. Di solito, la Formazione e lo Sviluppo includono: onboarding, sviluppo professionale, sviluppo della leadership, upskilling, reskilling, formazione per colmare i gap di competenze, eLearning, ecc.

Tutti questi obiettivi formativi gettano le basi per il successo e la crescita non solo del tuo capitale umano, ma anche della tua azienda. Sin dal primo giorno di lavoro, i tuoi talenti dipendono dalla tua strategia di gestione dei talenti, ma anche dalla tua capacità di contribuire al business. Ecco alcuni esempi degli aspetti collegati direttamente al successo del tuo programma di formazione:

  • Trattenere i migliori talenti
    Secondo il Work Institute, il motivo principale per cui i dipendenti lasciano il lavoro è la mancanza di sviluppo della loro carriera (22%). Nel 2019, questo motivo si è classificato al primo posto per il nono anno consecutivo. Molto probabilmente, 22 persone su 100 si licenzieranno per questo motivo.

I tuoi migliori performer sono ambiziosi e non si fermano davanti a nulla. Hanno bisogno di sentirsi sfidati e di crescere costantemente. In caso contrario, abbandoneranno la tua azienda molto prima di quanto tu possa immaginare.

  • Il costo del turnover
    Perdere i migliori talenti, o qualsiasi altro talento, vuol dire affrontare i costi del turnover. Una ricerca del Work Institute mostra che il costo medio per il turnover dei dipendenti è pari al 33% dello stipendio relativo al suo ruolo, ovvero circa 20.000 dollari per un lavoro retribuito con 60.000 dollari all’anno. Tra l’altro, dopo aver rimpiazzato il tuo talento con un nuovo dipendente, questi non raggiungerà la piena produttività per diversi mesi dopo l’assunzione.

Il modo migliore per evitare di sprecare denaro per la perdita di talenti è quello di investire nel capitale umano.

  • Crescita scalabile
    Tutte le aziende hanno un obiettivo fondamentale: crescere. I piani di Formazione e Sviluppo, se realizzati accuratamente, devono evolversi al pari del tuo business. Gli approcci tradizionali e più formali alla formazione limitano la capacità di un’organizzazione di scalare il training con la crescita di business.

Ricorda: inserire in azienda una o due persone è molto diverso rispetto a inserire sette o otto persone. Il rischio è elevato quando la tua formazione non è in grado di supportare le tue persone. Questo aspetto dovrebbe essere una priorità assoluta.

  • Soddisfazione dei clienti
    Uno dei migliori indicatori di successo nello sviluppo dei talenti è il punteggio di soddisfazione dei clienti. Se i dipendenti conservano le conoscenze apprese durante la formazione, l’esperienza dei clienti con il tuo brand sarà senza dubbio più efficace e positiva. Quando i professionisti ricevono una formazione adeguata, le loro performance lavorative si rifletteranno direttamente sui clienti.

Articoli correlati: Come sarà il futuro del lavoro?


Perché la Formazione e lo Sviluppo hanno fallito in passato

È importante che tutte le risorse che stai inserendo nel tuo LMS, così come i nuovi metodi di formazione che stai sviluppando, dimostrino il loro valore. Ecco dove la Formazione e lo Sviluppo hanno fallito in passato:

Approccio top-down: La formazione formale di tipo “top-down” è il modo in cui le generazioni precedenti hanno appreso. Non stiamo dicendo che questa modalità formativa debba essere accantonata del tutto, ma piuttosto che da sola non può funzionare.

La formazione top-down è più efficace quando è integrata. HR Technologists sottolinea che una serie di componenti contribuiscono a creare esperienze formative positive e di successo. I professionisti delle Risorse Umane consigliano di seguire il modello 70:20:10 nella progettazione di una strategia formativa.

Secondo questo framework, i dipendenti acquisiscono il 70% delle competenze attraverso il lavoro, il 20% attraverso i colleghi e il 10% attraverso sessioni di formazione formale.

La formazione formale, da sola, non è sufficiente. Le Risorse Umane e i professionisti della formazione dovrebbero affiancare alla formazione formale anche opportunità che incoraggino la collaborazione tra colleghi e che favoriscano lo sviluppo di nuove competenze nel flusso di lavoro.

Scarsa distribuzione dei contenuti: Nonostante la forza lavoro sia attualmente composta da tre generazioni, i Millennials rappresentano oggi il segmento più esteso. Se c’è una cosa che abbiamo imparato dai Millennials è la loro capacità di presentare e distribuire i contenuti eLearning.

Dalla pubblicità mirata ai consigli personalizzati di Netflix, siamo abituati a sentirci continuamente soddisfatti in base alle nostre esigenze. Se i contenuti formativi non sono personalizzati e progettati su misura in base ai diversi stili di apprendimento o ruoli professionali, gli utenti non saranno molto coinvolti o motivati.

Inoltre, la maggior parte delle risorse disponibili è accessibile tramite laptop, tablet e dispositivi mobile, e lo stesso dovrebbe valere anche per una piattaforma eLearning. I vecchi programmi di formazione su Powerpoint sono del tutto inattuabili in questo momento. Per catturare l’attenzione dei nostri utenti, dobbiamo offrire loro un’esperienza familiare.

Scarso coinvolgimento: Indipendentemente dal fatto di non avere un’effettiva strategia di onboarding o di cercare di imporre ai nostri dipendenti il rispetto della compliance, la maggior parte di noi – in passato – ha commesso l’errore di trascurare il livello di coinvolgimento dei dipendenti.

In questo report, Gallup indica che “le unità di business altamente coinvolte portano a una redditività superiore del 21%”. Poiché questi dipendenti sono più orientati ai processi, sono più produttivi e attenti ai clienti. Tutti questi comportamenti contribuiscono ad aumentare la redditività.

In conclusione: il coinvolgimento dei dipendenti migliora l’impatto sul business. Sappiamo che i nostri utenti hanno bisogno di una formazione personalizzata, di accessibilità mobile e di interazione peer-to-peer per sentirsi veramente coinvolti in quello che stanno facendo. È giunto il momento che i team di Formazione e Sviluppo agiscano.

Articoli correlati: L’importanza critica della Learner Experience nell’eLearning


Playbook: Come progettare una strategia efficace

Lo sappiamo bene: progettare corsi online, programmi di onboarding o persino l’intera strategia di Formazione e Sviluppo non è un’impresa da poco. Tutto questo presuppone un approccio proattivo e strategico per ottenere i risultati desiderati.

Di seguito riportiamo alcuni suggerimenti per progettare una strategia vincente:

  • Feedback continuo: I feedback sono fondamentali, sia tra colleghi che per valutare l’impatto dei tuoi corsi di formazione.Secondo Workhuman, l’89% dei responsabili delle Risorse Umane concorda sul fatto che il feedback dei colleghi hanno un impatto positivo sulle loro organizzazioni.

L’invio di una qualche forma di comunicazione dopo il completamento dei test è un altro ottimo modo per diffondere un feedback utile agli utenti. I test che presentano solo un voto senza feedback non offrono ai tuoi utenti molti spunti di riflessione.

Per mantenere il tuo pubblico coinvolto e responsabilizzato, dovresti far sì che riceva continuamente dei feedback utili. Le opportunità di Formazione e di Sviluppo faranno sì che i tuoi talenti siano sempre coinvolti, assicurando che i tuoi team siano sempre aggiornati e pronti all’azione.

  • Distribuzione: È importante essere realistici. La domanda fondamentale è: quando uso Youtube per apprendere velocemente qualcosa, quanto dura il video? E come utilizzo quel contenuto? Ti presentiamo le “M” preferite dai professionisti della Formazione: Micro e Mobile.

Tutto quello che facciamo in questi giorni è bite-sized. Il micro-sharing è ciò a cui siamo abituati (Twitter, Instagram, Snapchat, Youtube, o persino inviare un SMS). Quanto più un contenuto è facilmente “digeribile”, tanto più sarà efficace.

Quando utilizziamo Youtube, vogliamo che il contenuto sia breve, chiaro e semplice, ed è questo ciò che mantiene la nostra attenzione e ci spinge a tornare ancora sulla piattaforma video. La formazione non dovrebbe fare eccezione.

È inoltre fondamentale pensare a come consumiamo i contenuti bite-sized. CNBC prevede che entro il 2025 circa il 73% del mondo utilizzerà esclusivamente smartphone per accedere a Internet. Questo significa che i tuoi utenti si aspetteranno una formazione accessibile facilmente tramite mobile nel giro di pochi anni.

Un alto tasso di adozione e i piani formativi di successo saranno sempre più focalizzati sulla mobilità, ma questo garantirà anche un processo formativo naturale per il tuo pubblico. Quando inizierà a sembrare naturale, diventerà una semplice routine e il livello di coinvolgimento rifletterà questo cambiamento.

  • Condivisione peer-to-peer delle conoscenze: Non c’è esempio migliore di LinkedIn per la formazione tra colleghi. LinkedIn ha cambiato completamente il modo in cui ci relazioniamo e apprendiamo gli uni dagli altri. Non è mai stato così facile accedere agli esperti in materia o richiedere consigli e formazione a persone che svolgono il lavoro desiderato. Segui questo mantra e lascia che ispiri il tuo programma di formazione.

Idealmente, vuoi sapere chi sono i tuoi esperti in materia e lasciare che siano loro a parlare sulla tua piattaforma. Quando inizieranno a partecipare, anche gli altri utenti seguiranno l’esempio. Il social learning è il modo in cui avviene il 20% della formazione, e aiuta a cementare le migliori pratiche e a replicare il successo internamente.

  • Contenuti di qualità: L’obiettivo di ogni contenuto è quello di raggiungere il maggior numero possibile di persone e di razionalizzare la messaggistica, affinché ci siano best practice consolidate, riconosciute internamente.

I contenuti aggiornati e coerenti con il brand della tua organizzazione, le migliori pratiche e una comunicazione efficace manterranno la tua forza lavoro sempre pronta ed efficiente. Lo scopo è di offrire ai tuoi clienti un’esperienza positiva e naturale con il tuo brand, cosa che si ottiene solo attraverso una formazione senza soluzione di continuità.

Se ci sono delle best practice consolidate, sarai sempre in grado di prevedere l’esperienza dei tuoi clienti (di cui vuoi avere il pieno controllo). Se i contenuti formativi non sono aggiornati o veicolano informazioni errate, rischierai di compromettere l’esperienza e la soddisfazione dei clienti.

Per raggiungere diverse tipologie di pubblico, è importante sfruttare canali differenziati. Ogni ruolo contribuisce con qualcosa di unico per l’azienda: mentre la messaggistica dovrebbe essere semplificata, i contenuti dovrebbero essere personalizzati in base al ruolo di ogni utente.

La Formazione e lo Sviluppo hanno subito una trasformazione tecnologica, facilitando al massimo la personalizzazione dei contenuti. Ad esempio, l’Intelligenza Artificiale migliora con il tempo e automatizza i processi di erogazione della formazione, proponendo ai giusti utenti i giusti contenuti. Questo è lo stato ideale della formazione. Attraverso l’erogazione di contenuti rilevanti, la tua forza lavoro sarà più coinvolta e potrà concentrarsi maggiormente sulla tua formazione.

Articoli correlati: Cos’è il Social Learning (e come implementarlo)


Perché la formazione deve diventare una priorità

Secondo una ricerca di IBM, un incremento dei livelli di competenze collegate al valore di business può tradursi in un risparmio annuo pari a 70.000 dollari, oltre che in un aumento del 10% della produttività quando i team ricevono una formazione adeguata.

Una formazione efficace può anche favorire la motivazione e la soddisfazione dei dipendenti, che si sentiranno valorizzati e in grado di crescere e svilupparsi nel corso della loro carriera. Infine, cosa ancora più importante, la formazione e il cambiamento sono interconnessi in quanto consentono alle organizzazioni di rispondere ai cambiamenti e di adattarsi a un mercato sempre più competitivo e in continua evoluzione.

Articoli correlati: Come e perché creare una cultura di formazione continua


Massimizzare il ROI della formazione

Il ritorno in termini di coinvolgimento, produttività, efficienza, agilità e innovazione sono raggiungibili solo attraverso una strategia di formazione attentamente pianificata. Come assicurarci che tale strategia sia correttamente allineata ai tuoi obiettivi organizzativi?
Scarica il nuovo report di Docebo e inizia oggi stesso a pianificare una strategia vincente!