Cos’è il Social Learning (e come implementarlo)

• 10 min read

Scopri come ottimizzare la tua formazione aziendale attraverso il social learning

Oggi, sempre più organizzazioni sfruttano il social learning per ottimizzare la formazione di partner, clienti e dipendenti. Le aziende che adottano questo approccio sono in grado di promuovere una formazione collaborativa e perfettamente integrata nel flusso di lavoro, incrementando l’efficacia della propria strategia di Formazione e Sviluppo e le performance organizzative.

Il social learning è uno dei modi più efficaci ed efficienti per sbloccare e diffondere nuove conoscenze all’interno di un’organizzazione. Il social learning supporta la formazione nell’ambiente lavorativo e, soprattutto, la condivisione del sapere tra esperti e colleghi. La formazione, dunque, diventa parte della cultura aziendale.

L’uomo è per sua natura un animale sociale. Per questo motivo, le interazioni sociali sono cruciali in ogni fase della nostra vita. Quando impariamo, lo facciamo attraverso le interazioni: parliamo con le persone e le ascoltiamo.

Le aziende devono essere in grado di formalizzare le conoscenze informali dei dipendenti e di premiare i top performer, affinché tutti siano coinvolti e motivati a condividere conoscenze. In definitiva, ciò si traduce in una forza lavoro più competente e qualificata, in grado di migliorare le performance organizzative.

Per migliorare le performance, è necessario offrire ai propri dipendenti un training moderno, efficace e coinvolgente. Oggi il social learning non è più un’opzione, ma una necessità.

Ecco perché:

  • Il rapporto del ROI del social learning è di 75:1 rispetto alla formazione web-based.
  • L’82% delle aziende che ha già implementato il social learning prevede di sfruttare maggiormente questo approccio in futuro.
  • Il tasso di completamento dei corsi è salito fino all’85% su HBX – un’iniziativa di educazione online della Harvard Business School – quando ha introdotto il social learning.
  • AMD, produttore di semiconduttori, dichiara che l’adozione del social learning fa risparmiare più di 250.000 dollari all’anno per i costi di produzione della formazione web-based.

Cos’è il Social Learning?

Il social learning è una teoria dello psicologo Albert Bandura secondo cui la formazione è un processo cognitivo che ha luogo in un contesto sociale e può avvenire esclusivamente attraverso l’osservazione o l’istruzione diretta, anche in assenza di un rinforzo diretto.

In altre parole, impariamo guardando, ascoltando e facendo, combinando stili di apprendimento visivi, uditivi e cinestesici per comprendere e metabolizzare nuovi concetti, conservare conoscenze e applicarle alle sfide quotidiane, sia sul posto di lavoro che nella vita privata.

Questo è il social learning. Questo approccio abbandona i modelli formativi tradizionali, favorendo un approccio basato sul buon senso e sulla vita reale. Rispetto alle tradizionali tecniche formali, il social learning si focalizza sulla formazione che avviene attraverso l’interazione con i colleghi. Il social learning rappresenta il ‘20’ del modello formativo 70:20:10, secondo cui il 70% della formazione avviene attraverso le esperienze sul lavoro, il 20% attraverso le interazioni con i colleghi, e solo il 10% attraverso un approccio formale in aula.

Oggi, abbiamo a disposizione un’ampia varietà di strumenti per supportare con efficacia il social learning, dai social network ai software che utilizziamo quotidianamente per interagire con altre persone. Ma c’è anche una categoria di strumenti ben più sofisticati. Attraverso il modulo Coach & Share, ad esempio, Docebo ha creato un ambiente integrato in cui le persone possono incontrarsi e comunicare senza soluzione di continuità, per porre domande, fornire risposte e valutare il valore dell’intera esperienza formativa.

Sfruttare il social learning con i contenuti eLearning è essenziale per ottimizzare la propria strategia di Formazione e Sviluppo, incoraggiando e supportando un cambiamento culturale all’interno dell’organizzazione.

Perché il Social Learning è importante per la tua formazione aziendale?

Negli ambienti di formazione tradizionale, la maggior parte delle persone ricorda solo il 10% delle informazioni apprese entro 72 ore. In pratica, un venditore avrà difficoltà a ricordare quanto appreso durante l’annuale kickoff meeting per tutta la settimana successiva all’evento. Ciò si ripercuoterà negativamente sulle performance dell’organizzazione.

Il social learning aiuta le organizzazioni a invertire questa tendenza, migliorando i risultati di business. Dopo tutto, uno degli obiettivi principali di questo approccio è quello di promuovere la conservazione delle conoscenze, supportando la formazione nell’ambiente lavorativo e, soprattutto, la condivisione del sapere tra esperti e colleghi (a differenza di approccio formale).

Le persone apprendono attraverso l’esempio e l’esperienza diretta. Secondo un recente studio condotto da Brandon Hall Group, il 73% delle aziende intervistate prevede di focalizzarsi maggiormente sul social learning. Dalla stessa ricerca emerge anche che il rapporto del ROI del social learning è di 75:1 rispetto alla formazione web-based per sbloccare e condividere conoscenze in tutta l’organizzazione.

Il Social Learning nella formazione aziendale

Sappiamo che il social learning avviene attraverso l’interazione tra colleghi sul posto di lavoro, ma è anche supportato da strumenti di social learning come i Learning Management System (LMS).

Inoltre, è fondamentale considerare l’impatto del social learning sulla retention dei talenti. Poiché siamo tutti esseri sociali, vogliamo (e dobbiamo) sentirci parte di un gruppo. E se possiamo condividere le nostre conoscenze, insegnandole a qualcun altro, ci sentiamo parte di un progetto ancora più grande. In questo modo, le aziende possono incrementare la soddisfazione, il coinvolgimento e l’attaccamento dei propri dipendenti all’azienda stessa.

Le organizzazioni che implementano con successo il social learning riportano i seguenti benefici:

  • Riduzione dei tempi di orientamento per i nuovi assunti: Prima che un nuovo dipendente sia “pienamente produttivo”, possono essere necessari fino a 2 anni. Alcuni dipendenti impiegano fino a 6 mesi per sentirsi semplicemente a proprio agio nel proprio ruolo. Il social learning accelera questo processo in modo naturale, incoraggiando i nuovi dipendenti ad interagire con gli esperti, ponendo domande e creando connessioni più efficaci in tutta l’organizzazione.
  • Promuove il costruttivismo: Il costruttivismo è uno standard che promuove la formazione come un processo attivo e costruttivo, in cui gli utenti diventano insegnanti. Attraverso la collaborazione sociale e la comunicazione interpersonale, si contribuisce a creare una forza lavoro ancora più coinvolta, efficiente e produttiva.
  • Migliora la comunicazione sul posto di lavoro: La comunicazione deve essere chiara in tutti i luoghi di lavoro, a tutti i livelli dell’organizzazione. Il social learning facilita la collaborazione in modo organico, specialmente in un ambiente di eLearning, in cui le informazioni sono condivise e valorizzate in tutta l’organizzazione.

La Teoria Sociale secondo Bandura e Walters

Le persone imparano osservando il comportamento degli altri, i loro atteggiamenti e i risultati di tali comportamenti. Secondo Albert Bandura, il social learning è in grado di colmare il divario tra comportamentismo e cognitivismo. La teoria dell’apprendimento sociale spiega come impariamo all’interno di un contesto sociale, ovvero come le persone imparano dal loro ambiente attraverso l’osservazione, l’imitazione e la modellazione.

La teoria dell’apprendimento sociale spiega il comportamento umano in termini di continua interazione reciproca tra influenze cognitive, comportamentali e ambientali. Secondo Bandura, le persone apprendono osservando e imitando il comportamento degli altri. L’apprendimento, dunque, è il risultato di un processo di acquisizione delle informazioni provenienti da altri individui.

“La maggior parte del comportamento umano viene appreso osservando attraverso la modellazione: dall’osservazione degli altri, si forma un’idea di come vengono eseguiti i nuovi comportamenti, e in seguito le informazioni codificate servono da guida per l’azione.” (Bandura)

I 4 principi del Social Learning secondo Bandura

Bandura ha formulato quattro principi fondamentali del social learning:

1. Attenzione: Non possiamo apprendere, se non siamo concentrati sul compito da svolgere. Se crediamo che qualcosa sia nuovo o diverso, è più probabile che questo concetto diventi il centro della nostra attenzione. I contesti sociali rafforzano queste percezioni.

2. Ritenzione: Gli esseri umani apprendono internalizzando le informazioni. Ricordiamo le informazioni apprese quando dobbiamo rispondere a una situazione simile a quella in cui le abbiamo apprese per la prima volta.

3. Riproduzione: Nel momento del bisogno, riproduciamo le informazioni apprese in precedenza (comportamenti, abilità, conoscenze). Generalmente, la pratica attraverso prove fisiche e mentali migliora le risposte.

4. Motivazione: Abbiamo bisogno di motivazione per fare qualcosa. Il più delle volte, gli esseri umani sono motivati dal fatto che qualcun altro viene premiato o punito per qualcosa che ha detto o fatto. Questo, in genere, ci motiva ad avere (o evitare) lo stesso comportamento.

Teoria dell’apprendimento sociale

Bandura e Walters descrivono la teoria dell’apprendimento sociale come segue:

  • L’apprendimento non è puramente comportamentale, ma è un processo cognitivo che si svolge in un contesto sociale. È per questo che le persone preferiscono imparare in gruppo, dove la condivisione di conoscenze e di prospettive genera nuove conoscenze.
  • L’apprendimento avviene osservando un comportamento, quindi osservando le conseguenze della sua attuazione.
  • L’apprendimento implica l’osservazione, l’estrazione di informazioni da tali osservazioni e l’adozione di decisioni basate sui risultati previsti di tale comportamento. Pertanto, l’apprendimento può avvenire senza alcun cambiamento osservabile nel comportamento.
  • Il rinforzo svolge un ruolo significativo nell’apprendimento, ma non ne è interamente responsabile
  • Le persone non sono destinatari passivi di informazioni. La cognizione sociale, l’ambiente e il comportamento si influenzano a vicenda (determinismo reciproco).
I benefici del Social Learning sul posto di lavoro

Il social learning non è un concetto del tutto nuovo. Il rinnovato interesse per questo approccio è senza dubbio legato all’evoluzione delle tecnologie formative, finalmente in grado di affrontare e risolvere i problemi più comuni della formazione social sul posto di lavoro.

Oggi, grazie alla possibilità di ottenere risultati rapidi e misurabili, le tecnologie di social learning hanno un notevole impatto sui molteplici processi aziendali (recruiting, onboarding, formazione e sviluppo dei talenti) e sulle performance organizzative.

Il social learning consiste in un vero e proprio cambiamento della cultura all’interno di un’organizzazione, trasformando la formazione da un momento critico ad una preziosa opportunità di crescita di business. Un ambiente di formazione sociale collaborativa permette di ottimizzare la produttività sul posto di lavoro e, in ultima analisi, le performance dell’intera organizzazione.

Come implementare il Social Learning sul posto di lavoro

Il social learning non equivale a una formazione di gruppo, ma consiste nell’apprendere dall’esempio degli altri. Ecco alcune soluzioni per implementare il social learning nella tua organizzazione:

FAQ e Forum: Creare un forum in cui i dipendenti possono porre domande e ricevere risposte è un modo semplice per promuovere una formazione collaborativa e implementare il social learning all’interno della tua organizzazione.

Organizzare Wiki: Una wikipedia interorganizzativa può essere una grande fonte di conoscenza per i nuovi dipendenti o per chi non conosce tutti gli aspetti di un’organizzazione. Gli esperti possono modificare i contenuti Wiki, per garantire che le informazioni siano sempre aggiornate. Gli utenti possono accedere alle informazioni quando ne hanno bisogno.

Sfruttare le conoscenze degli esperti: Nella tua organizzazione, ci sono esperti qualificati e pronti a fornire preziose risposte, ma servono gli strumenti giusti per connetterli fra loro. Crea dei canali di comunicazione affinché gli esperti condividano le proprie conoscenze per aiutare gli altri. Utenti ed esperti possono valutare le risposte e assicurarsi che solo le migliori siano utilizzate (e condivise).

Gamification e ricompense: Non puoi obbligare le persone ad imparare, ma puoi erogare loro gli strumenti giusti e spronarle affinché non vanifichino preziose opportunità formative. La gamification e le ricompense servono proprio a questo. Attraverso la gamification, gli amministratori e gli utenti possono tenere traccia dei progressi formativi. Per incentivare la partecipazione, possono essere ricompensati sia gli utenti che riportano le migliori performance, sia gli esperti che offrono continuamente il proprio aiuto.

Come rendere efficace il Social Learning sul posto di lavoro

Oggi, le organizzazioni che imparano insieme, crescono insieme.

Il social learning è probabilmente la strategia formativa più diffusa tra gli utenti adulti. Condividendo le esperienze di performance, le lezioni apprese, le soluzioni alle sfide di business e le idee creative necessarie per risolverle, gli utenti sono in grado di acquisire un più ampio spettro di conoscenze all’interno di un ambiente di apprendimento sociale.

Rendere l’onboarding più rapido (e facile): i nuovi dipendenti possono ottenere risposte dai propri colleghi in qualsiasi momento, sin dal primo giorno sul posto di lavoro. Meglio ancora, la formazione programmata può avvenire in qualsiasi momento, per far sì che i nuovi assunti siano immediatamente produttivi.

Porre domande e ottenere risposte nel momento del bisogno: Porre domande e sperimentare soluzioni a problemi reali, in tempo reale, è uno dei modi più efficaci per apprendere una nuova procedura.

Fare in modo che contribuiscano: I canali virtuali permettono ai dipendenti più timidi e riservati di interagire con i propri colleghi e contribuire alla condivisione delle conoscenze, restando nella propria comfort zone.

Apprendere in base al proprio ritmo: non tutti imparano allo stesso ritmo. Se le risposte a specifiche domande sono disponibili online in qualsiasi momento, possono essere consultate più e più volte, fino a quando un determinato argomento non venga compreso e conservato efficacemente.

Creare una community di Coach: tutti, all’interno dell’organizzazione, sono esperti in una particolare area di competenza. Per questo, tutti dovrebbero essere incoraggiati a partecipare a una discussione, a qualsiasi livello. Incoraggia i dipendenti a partecipare e, soprattutto, a sviluppare conoscenze che li rendano esperti in specifici ambiti di business.

Mettere in mostra il proprio talento: è essenziale che le competenze all’interno della tua organizzazione siano condivise. Prendi nota dei contributi dei membri senior del team, o degli esperti – che possono essere facilitati e incoraggiati da un ambiente che premia i top performer con un riconoscimento misurabile – per sviluppare continuamente nuovi talenti.

Docebo LMS: le funzionalità di Social Learning

Le aziende che devono migliorare i risultati di business sanno bene che un approccio di tipo formale, basato su un LMS standard, è ormai insufficiente. Per questo Docebo ha sviluppato il modulo Coach e Share, basato sul modello 70:20:10. Docebo Coach è una piattaforma di social learning grazie alla quale utenti ed esperti in materia uniscono le forze per far emergere conoscenze e competenze sommerse dell’azienda. Docebo Share consente di ingaggiare e potenziare il tuo team, condividendo contenuti generati dagli utenti, direttamente durante le attività quotidiane sul posto di lavoro. I contenuti sono caricati, classificati e poi sottoposti ad una revisione peer-to-peer, quindi analizzati e convalidati. Tutto ciò, mentre si crea una cultura di condivisione del sapere che riconosce e premia i top performer.

La piattaforma eLearning Docebo ti permette di progettare e implementare un approccio formativo semistrutturato e collaborativo, che semplifica e ottimizza lo scambio di informazioni quotidiane tra colleghi, mentor e coach. Attraverso community virtuali, i tuoi utenti possono condividere nuove idee sul forum e accedere rapidamente alle conoscenze attraverso un repository collaborativo di risorse online.

  • Ingaggia gli esperti in azienda
  • Condividi le conoscenze con il contributo dei tuoi dipendenti
  • Crea un’esperienza formativa coinvolgente con la gamification

Perché implementare il Social Learning

Il social learning può trasformare la formazione da un momento critico ad una preziosa opportunità di crescita per l’azienda, rappresentando un vero e proprio cambiamento della cultura all’interno di un’organizzazione. Ottimizzare la propria strategia di formazione aziendale, oggi, vuol dire estendere il focus al di là del training formale.

Rispetto agli approcci formali, il social learning gioca un ruolo ancora più centrale nella creazione di valore di business. La formazione sul posto di lavoro non è più un’opzione, bensì uno strumento essenziale per ottimizzare il proprio business.Vuoi implementare il social learning nella tua strategia di formazione aziendale? Prova Docebo oggi stesso, gratis per 14 giorni!